Carpathos, come Pathos

Un paesaggio vario che spazia dalla montagna al mare e che incanta i suoi ospiti. È la seconda isola per grandezza del Dodecaneso e per visitarla non basta una vacanza di pochi giorni.
L’esperienza inizia da Pigadia, il porto e capitale dell’isola con i suoi di 3000 abitanti. Sulle affollate strade pedonali troverai hotel, servizi, ristoranti, caffè, edifici in architettura italiana come gli uffici della Provincia e la dogana. Costruito ai piedi del monte Kali Limni, risale all’ epoca antica minoica e dalla collina si scorgono ancora le mura ciclopiche dell’antica cittadella.

Dai canyon rocciosi e dalle ripide montagne del nord, alla dolcezza dei vigneti e frutteti del sud, tradizioni antiche inalterate nei secoli… L’isola di Karpathos una destinazione speciale!
Diafani
Scendendo dall’ Olimpo dovete conosciere Diafani, il bellissimo villaggio di pescatori, semplice e rilassante, con la sua spiaggia tranquilla: lo adorerai fin dal primo minuto! Qui troverete la giusta accoglienza, servizi turistici, autentica ospitalità e un tramonto idilliaco.
Spiagge
Acque cristalline e limpide ovunque. In Kyra Panagia, Amoopi, Agios Nikolaos, Lefkos. La maggior parte delle spiagge sono sabbiose con acque turchesi da sogno. Pigadia , si organizzano piccolo gite lungo le spiagge (Kato Lakos, Kyra Panagia Apella) con pranzo sulla spiaggia.
Enogastronomia
Tra i piatti famosi di Karpathos, non solo il pesce fresco: la cucina dei Carpazi comprende, infatti, un’ampia varietà di pane, di tutti i tipi (di cipolle, rucola, focacce fagioli tritati ecc) Dovete provare la tipica specialità di “makarounes” fatta con farina e acqua. Per dessert è il baklava carpatico, le pastiglie e naturalmente gustosi dolci al cucchiaio.
Karpathos tips

Karpathos ha collegamenti diretti con il Pireo, Creta, Rodi e altre isole
del Dodecaneso e delle Cicladi. Voli diretti dal Aeroporto di Atene
Karpathos I pittoreschi villaggi di Karpathos
Tuttavia, la vera Karpathos è nascosta nei suoi pittoreschi villaggi, che
tradizionalmente resistono alla rapida crescita del turismo sull’isola.
Da non perdere una visita alle chiese paleocristiane sull’isola, come Agia
Fotini Karpathos ed i musei archeologici di Karpathos Arkasa e il museo
Folklore Menetes Othos .
Costruito tra le colline del Profeta Elia, il più famoso di tutti, l’Olimpos è un
viaggio nel tempo. Come un vivace museo popolare è anche insediamento
medievale del VII sec. Le donne, le Olympitisses, indossano costumi colorati
e luminosi e con il loro dialetto dorico antico lasciano il segno su quest’ isola
speciale accogliendo i turisti del villaggio. Le due feste più importanti della
zona sono quelle di San Giovanni a Vrukunda (29/8) e di Panayia, patrono
dell’Olimpo (15/8)

Leave a Reply
Your email address will not be published. *

Click on the background to close